Si chiama Natalia Cerrano Sanchez, è nata a Caracas l’8 settembre del 1992, è arrivata in Italia fuggendo dalla criminale dittatura al potere in Venezuela. Sono centinaia di migliaia i venezuelani ed italo-venezuelani costretti a lasciare affetti e quanto costruito con una vita di sacrifici a causa del disastro socio-economico che sta attraversando il paese sud-americano.
Natalia ha all’attivo nel suo recentissimo passato di atleta di ginnastica ritmica numerosi riconoscimenti e premi, all’Aquila è stata accolta dalla famiglia della federlibertas dove ha la possibilità di allenarsi ed insegnare.
Amore per la propria professione, passione e tanta positività fanno di Natalia un’esempio di quell’integrazione culturale e sociale che allarga la conoscenza nei confronti di culture e mondi Diversi a volte rifiutati proprio perché non conosciuti.
In questo la federlibertas che vede la sua attività incentrata in diversi settori dello sport e del volontariato svolge un ruolo attivo fondamentale per quell’integrazione di cui tanti parlano ma pochi praticano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome