Pubblicità a pagamento
Economia

Bonus investimenti Pubblicitari, ecco i modelli da presentare

Questa prestazione apre la strada all’ottenimento dei crediti d’imposta e deve essere effettuata utilizzando un apposito modulo disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate

Le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che hanno “prenotato” crediti d’imposta relativi a investimenti in campagne pubblicitarie su quotidiani e periodici (anche online) per l’anno 2023, per poter beneficiare specificatamente dell’agevolazione fiscale, devono inviare, domani Dal 9 gennaio al 9 febbraio la “Dichiarazione sostitutiva” attesta la corretta esecuzione dell’investimento annuale in agevolazioni e la sua rispondenza ai requisiti stabiliti dal regolamento dell’Agenzia (art. 57 bis, D.Lgs. n. 50/2017).

L’invio della dichiarazione sostitutiva apre la strada all’ottenimento dei crediti d’imposta e deve essere effettuato utilizzando l’apposito modulo “secondo prezzo” disponibile sul sito dell’ Agenzia delle Entrate .

Bonus investimenti: dove andare?

Questo modulo, infatti, è lo stesso che gli interessati dovranno inviare dal 1 al 31 marzo 2023 per comunicare i dati sugli investimenti effettuati o da effettuare nel 2023 per la prenotazione dei crediti d’imposta. (bonus investimenti)

Come nella comunicazione precedente, le dichiarazioni alternative relative agli investimenti devono essere presentate esclusivamente in formato elettronico, attraverso specifici servizi disponibili nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, direttamente dall’interessato o tramite un intermediario abilitato alla trasmissione delle dichiarazioni.(professionisti, associazioni di categoria, Caf, eccetera).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio